Una serata d’estate, un inizio del mese di giugno che richiama a stare in compagnia e a condividere la gioia di sostenere la cultura. È questo l’invito del Circolo delle Muse che organizza per giovedì 1 giugno, alle ore 19.30 al Caffè del Museo di Crema un apericena di raccolta fondi a favore dell’Associazione e in particolare della messa in scena dell’opera in programma a luglio.



L’appuntamento è aperto a tutti coloro che vogliono sostenere le attività del 3° Festival Lirico, che è iniziato ad aprile con il Werther di Massenet, è proseguito ieri sera, martedì 30 maggio, con il Concerto “Città di Crema”, e vedrà i prossimi appuntamenti domenica 11 giugno e sabato 8 luglio. L’obiettivo della serata è offrire ai partecipanti un momento di svago e serenità davanti ad un buffet e ad un buon aperitivo, con una mission culturale di alto livello.
 
Abbinata alla cena è stata indetta anche una sottoscrizione a premi, grazie ai diversi sponsor tecnici che hanno voluto dare il loro contributo mettendo a disposizione i premi in palio. L’acquisto dei biglietti sarà possibile direttamente giovedì 1 giugno, prima dell’estrazione che si svolgerà durante l’aperitivo. Per chi volesse prenotare l’apericena, è possibile ancora farlo telefonicamente alla segreteria del Circolo (0373 630024) oppure alla mail info@circolodellemuse.it al costo di € 25.00 bevande escluse.
 
La partecipazione è aperta ad amici, soci, simpatizzanti, a chi vuole dare il suo aiuto al Circolo, a chi ama la musica e la cultura e anche a chi vuole iniziare ad avvicinarsi ad un mondo stuzzicante e curioso….per non perdere occasioni per ascoltare buona musica. Una serata significativa è stata senz’altro il magnifico concerto “Città di Crema” che si è svolto martedì 30 maggio in sala Pietro da Cemmo. Protagonista il mezzosoprano Lilly Jorstad, la giovane russa vincitrice della seconda edizione del Concorso Lirico Internazionale di Portofino organizzato lo scorso luglio dall’Associazione Bottesini. Una voce meravigliosa e di grande estensione che ha regalato virtuosismi ed emozioni spaziando da Meyerbeer a Gluck, da Bellini a Rossini, da Hahn e Delibes, accompagnata al pianoforte dal Maestro Gianni Fabbrini. Il pubblico presente, limitato in numero ma intenditore di buona musica, ha apprezzato molto la capacità tecnica ed interpretativa della giovane cantante, che ha concesso tre bis ed è stata accolta da applausi calorosissimi.