Sono solo 13 i posti disponibili in Lombardia e 58 all’estero per il servizio civile dei giovani dai 18 ai 28 anni, attivati dalla Comunità Papa Giovanni XXIII; in tutta Italia sono disponibili 269 posti. La scadenza per l’invio delle candidature è fissata alle ore 14.00 di lunedì 26 giugno. 



 I ragazzi saranno impegnati in realtà di condivisione di frontiera con persone emarginate (case famiglia, comunità terapeutiche, centri diurni) delle provincie di Bergamo, Brescia, Cremona, Lodi, Piacenza. 
 
Spiega Giovanni Paolo Ramonda, Presidente della Comunità di don Benzi: «i giovani potranno sperimentarsi come cittadini attivi difendendo gli ultimi, educandosi ed educando alla pace e alla scelta non-violenta, formandosi sotto l'aspetto professionale, civico e sociale. Insieme altri ragazzi e ragazze condivideranno direttamente la vita con gli ultimi. Si tratta di un'esperienza unica, che cambia la vita» .
 
In 15 anni sono partiti come caschi bianchi, impegnati nei progetti all’estero anche in zone di conflitto, circa 500 ragazze e ragazzi. Nella giornata di domani sarà visibile online il webinar di presentazione del servizio civile all'estero. 
 
Possono presentare domanda i giovani italiani e stranieri con regolare permesso di soggiorno, di età compresa tra 18 e 28 anni, senza precedenti penali; il servizio civile dura 12 mesi e impegna una media di 30 ore settimanali. I giovani ricevono un contributo spese di 433,80 euro mensili. Nei progetti all'estero viene aggiunta una diaria giornaliera che va dai 13 ai 15 euro a seconda del Paese di destinazione. 
 
Per informazioni è attivo il numero verde 800.913.596 ed il sito di riferimento per il servizio civile.